Pavimenti per Esterni

La guida per scegliere il miglior pavimento qualità/prezzo

pavimenti per esterni deckingPoco importa che si tratti di un terrazzo, garden roof, giardino, contorno piscina, ristorante o di un hotel, i pavimenti per esterni assumono un’importanza sempre più rilevante nel fascino insuperabile degli spazi all’aria aperta. Sarà forse per il suo trasmettere libertà, contatto con la natura, voglia di far volare pensieri fuori dalle quattro mura di casa. La magia però rischia di finire quando lo spazio outdoor, per via dell’illusione del risparmio, diventa una vera e propria schiavitù di manutenzione e continui lavori. 

Dunque abbiamo appena capito che tutto ciò che si mette all’esterno deve essere tendenzialmente anche più buono di ciò con cui si arredano i spazi al chiuso, perché maggiormente esposto ad intemperie! Figuriamoci poi se dobbiamo aggiungerci il calpestio di chi ci cammina sopra.

Prendiamo in considerazione le pavimentazioni per esterni che ora vanno per la maggiore: pavimenti a doghe in legno o composito tipologia decking.

In realtà basta prestare attenzione a tre punti fondamentali per scegliere il pavimento che ci permetta di godere al massimo i nostri spazi esterni senza troppi sforzi fisici e soprattutto economici:

  1. Scelta del Materiale
  2. Sistema di Installazione
  3. Cura nel tempo

1. Scelta del Materiale

La primissima cosa è quella di orientarsi sul giusto materiale. Scelta tecnicamente legata alla tipologia di ambiente da pavimentare, incluse le caratteristiche climatiche e l’esposizione al sole. Mentre in ambienti di campagna/residenziali/ cittadini mediamente soleggiati la scelta del materiale è piuttosto libera, bisogna stare invece molto attenti in casi di pieno sole o di ambiente marino. Infatti non tutti i materiali durano a lungo all'esterno, ma questo non deve scoraggiarci, basta solo essere coscienti di ciò che si acquista.

decking legnoLEGNO: Il legno si sà che è materia viva ed ha delle importanti reazioni al clima, specialmente quello marittimo o umido in generale. Qualora volessimo adornare il nostro locale con un bel pavimento in legno per esterni facciamo attenzione a scegliere un legno STABILE e STAGIONATO. Purtroppo sono pochi i legni che fanno parte di questo range e sono anche molto costosi, stiamo parlando di Decking IPE e TEAK. Utilizzati anche in Nautica per altro. Scegliendo uno di questi legni sappiamo già di aver investito su un pavimento stabile e che nel tempo come materiale ci darà pochi problemi. Di contro abbiamo una manutenzione estetica da eseguire almeno a inizio e fine di ogni stagione. ALTAMENTE SCONSIGLIATI invece essenze di conifera come PINO e ABETE (che al limite, si potrebbero utilizzare in ambienti di campagna con poca esposizione al sole, in quanto molto teneri e nervosi).

decking compositoCOMPOSITO: Il miglior composito che c’è sul mercato e dà il massimo della garanzia al mare si chiama DURO, un nuovissimo materiale ottenuto dalla miscela: LOLLA DI RISO (buccia del chicco del riso) + PVC Vergine (non riciclato). Avete capito bene, con uno scarto dell’agricoltura, viene generato un pavimento per esterni dalle performance incredibili, pari a quelle di un legno nobile e senza risultare finto al tatto! Dopo tutto ricordiamoci che Il riso che cresce in acqua, è naturalmente protetto dalla sua buccia fino al momento in cui il seme è pronto per germogliare. Una caratteristica protettiva che la segatura e le cellulose non hanno!Il Duro, lo dice il nome, ha la particolarità di avere una superficie molto resistente!

E’ carteggiabile, si può trattare (pitturare) come il legno! Il coefficiente di assorbimento riguarda solo la micro superficie della tavola (per cui non esiste macchia che non si possa mandar via pulendo o carteggiando il materiale). Il coefficiente di dilatazione del DURO è di appena 1mm al metro lineare, e solo per la lunghezza della tavola! Il DURO non ha reali concorrenti… ciò non è dato unicamente dal materiale! Ci sono in commercio dei compositi validi, ma sono ancora legati a sistemi di installazione tradizionali con tutti i limiti di tempo, durata e manutenzione strutturale che ne conseguono! ASSOLUTAMENTE DA EVITARE INVECE TRADIZIONALI COMPOSITI WPC/BPC (qualità/prezzo non ne giustificano la breve durata nel tempo).

2. SISTEMA DI INSTALLAZIONE

TRADIZIONALE: VITI + CLIPS

Che le viti siano a vista o con clips a scomparsa sono sempre il grande problema dei pavimenti per esterni! Vite o chiodo che sia (zincato o acciaio inox) con il tempo tende a cedere. Inutile dire che l’esposizione ad eventuale ambiente marino incrementerebbe questo fattore almeno del 60%! Non dobbiamo quindi meravigliarci se dopo una stagione ci troviamo delle doghe da sostituire a causa di viti che hanno ceduto… come:

12le7i

IDECKING REVOLUTION: ZERO VITI / SISTEMI SMONTABILI

iDecking Revolution è l’azienda Italiana nata per innovare nel settore del decking / rivestimenti, nei metodi di installazione e nei materiali! L’azienda ha brevettato e commercializza con gran successo in tutto il mondo la nuova generazione dei sistemi di installazione decking! Due sono i sistemi disponibili ed entrambi consentono soluzioni SENZA VITI, VELOCI E FACILI DA INSTALLARE… ed UDITE UDITE… SONO SMONTABILI!!!! 

EasyClickeasy click home 2017 è il sistema che permette di installare pavimenti per esterni iDecking Revolution con la sola pressione di un piede, utilizzando un supporto brevettato contemporaneamente rapido, rigido ed elastico capace di adattarsi spontaneamente alla dilatazione dei materiali. Gli speciali supporti EasyClick annullano ogni rischio di errore durante la posa in opera, garantiscono una drastica riduzione nei tempi di montaggio e aumentano la globale stabilità del lavoro finito. La sottostruttura è in alluminio e le speciali Clips EasyClick sono già installate dall’azienda alla giusta distanza per accogliere il materiale scelto. iDecking offre per il sistema EasyClick sia legno naturale (Teak, Ipe, Amargoso) che materiali innovativi com DURO e ETHERNO (Bamboo Carbonizzato). Con il sistema EasyClick, 2 installatori possono montare oltre 100 metri quadrati al giorno!!! 

QUALI SONO I PRINCIPALI VANTAGGI DI EASYCLICK ?

  • Installazione 5 volte più veloce rispetto ai tradizionali sistemi
  • Zero viti, colla o clips tradizionali
  • Zero rischi di errore nel montaggio
  • Zero stress fisico
  • Zero ristagni d’acqua
  • Incremento esponenziale della resistenza totale
  • Sistema auto-allineante

EasyChangeEasyChange 2017 è un altro sistema iDecking che permette, unico al mondo, di rimuovere e reinserire ogni doga in qualsiasi punto dei pavimenti per esterni iDecking Revolution, senza bisogno di ricorrere a personale specializzato:

basta la chiave speciale in dotazione ed il gioco è fatto. Il Sistema EasyChange, al pari di EasyClick, rende totalmente inutile l’utilizzo di trapani avvisatori, distanziatori, viti, colle o clips tradizionali per il montaggio. I supporti speciali del brevetto EasyChange annullano ogni rischio di errore durante la posa in opera, garantiscono una notevole riduzione nei tempi e aumentano la globale stabilità del lavoro finito.

3. MANUTENZIONE

Per quanto riguarda il capitolo manutenzione decking, va diviso in manutenzione estetica e manutenzione strutturale. La prima concerne l’aspetto del materiale che reagisce con l’ambiente. Qui si entra anche su un fattore di gusto personale, c’è a chi piace il colore del legno ossidato! Ma non ci scordiamo che va comunque trattato e nutrito, seppure con un olio o impregnante trasparente! La seconda ovviamente è più legata al sistema di posa che si sceglie! 

In conclusione: 

per un lavoro che duri nel tempo e che non sia un continuo cantiere, ci esprimiamo consigliando:

  • LA MIGLIORE SOLUZIONE: Legno nobile (TEAK o IPE) oppure DURO COMPOSITO (fatto con il Riso) in abbinamento ad uno dei due sistemi iDecking Revolution (EasyClick o EasyChange)
  • ASSOLUTAMENTE DA EVITARE: Legni teneri (conifera) con installazione a Vite