Come scegliere il pavimento per la tua piscina

I migliori pavimenti per piscine

IMG 3818La piscina rappresenta da sempre la quintessenza del relax domestico. Un bene di lusso (non tanto per i costi, quanto per il sempre poco tempo che si ha per godersela) che fa sognare momenti di qualità individuale e conviviale! Arriva il momento dell’anno in cui dopo aver violentato google con ricerche del tipo: prezzi piscine, piscine a sfioro, piscine senza permessi e chi più ne ha più ne metta… ECCOLA! Trovata e comprata!

Poi arriva la SORPRESONA! Come per incanto si rivela intorno alla piscina un ambiente di cui non immaginavamo l’esistenza! Eh, certo, non è che acquisto una piscina, e la posiziono in mezzo al nulla! Ed eccoci ancora una volta alle prese con le duemila ricerche di: arredamenti per piscine, arredo piscina, lettini per piscina e così via… Ma c’è un aspetto importantissimo, da non tralasciare, che ha una funzione sia d’arredamento che soprattutto strutturale, si tratta del pavimento da mettere intorno alla piscina.

Ci sono tre tipologie di pavimenti per piscine che si possono prendere in considerazione, ovvero:

1. Erba

La cosa più ovvia e naturale, nel caso in cui stiamo parlando di una piscina interrata, un semplice scavo e dove finisce il bordo della piscina inizia la magia del prato naturale. Non ci sono particolari contro indicazioni, tuttavia bisogna tener conto di due fattori fondamentali: il primo è la probabilità più alta di sporcizia in acqua dove terra e erba (specialmente al momento del taglio) possono in effetti svolacchiarsene dentro la piscina con estrema facilità, il secondo è la manutenzione del prato stesso, che va tenuto un gioiello. Detto questo, camminare a piedi nudi su un soffice manto erboso non può che essere un gran piacere.

2. Cotto / Grès Porcellanato 

Tra i pavimenti per piscine più utilizzati, con le finiture più fantasiose dalla pietra al legno. Molto semplici da pulire ma senza un briciolo di carattere… Spieghiamoci meglio, a meno che non si metta un cotto tradizionale (che va trattato a più non posso per mantenerlo bello e vivo) le soluzioni in Grès risultano davvero fredde e anonime. Per non parlare di quanto “non fredde” siano queste pavimentazioni quando arriva mezzogiorno! Detto questo, a patto che si possa passare sopra ognuno di questi nei, c’è la questione scivolosità… nella pietra, cotto e grès bisogna essere MOOOOOOLTO cauti quando sono bagnati, specialmente se si tratta di piscine frequentati da bimbi vivaci, le cadute sono all’ordine del secondo! Ricordate che tutto questo serve sempre per ragionare prima di comprare, se siamo informati bene, poi l’acquisto non si tramuterà mai in una spiacevole sorpresa!

3. Decking (legno / wpc composito)

Il decking rappresenta ad oggi il trend più in crescita di tutti nei pavimenti per piscine! L’effetto dei listoni posati come nel ponte di una bella barca sta conquistando architetti, alberghi e ville di tutto il mondo. Anche qui si deve però scegliere bene, altrimenti si rischia che il pavimento risulti bello per circa 1 giorno dal montaggio per poi riservare spiacevoli sorprese. La cosa più importante del Decking è la stabilità, questa è data dal materiale scelto e da come è posato! Se si ama il legno, preferire un legno esotico come IPE, Teak oppure il nuovo BAMBOO Etherno (di colore molto scuro, ma stabilissimo). Sicuramente da scartare tutti i legni di conifera, più morbidi e inclini alla torsione e movimenti. Sempre più strada si fanno anche i pavimenti decking in composito (anche detto WPC). In questo caso la scelta deve ricadere su un composito che non spacchi o sfarini nel tempo… il DURO composite ad esempio è fatto con PVC vergine e LOLLA DEL RISO (buccia del riso) ido repellente per natura, stabile e soprattutto ANTISCIVOLO! Per quanto riguarda i sistemi di installazione, la stabilità è data dalla struttura sulla quale si montano le doghe e se queste ultime sono montate ad incastro o con delle viti! Cerchiamo di evitare le viti il più possibile, in quanto è solo una questione di tempo e poi vanno stagione dopo stagione rimpiazzate (la vite tende a perdere una bella percentuale di tenuta ogni anno a seconda del calpestio e dell’ambiente in cui è montata). Per questo esistono dei sistemi innovativi che vi presentiamo qua sotto:

Sistema iDecking EasyClick

EasyClick easyclick it ideckingè il sistema che permette di installare ogni pavimentazione iDecking Revolution con la sola pressione di un piede, utilizzando un supporto brevettato contemporaneamente rapido, rigido ed elastico capace di adattarsi spontaneamente alla dilatazione dei materiali. Gli speciali supporti EasyClick annullano ogni rischio di errore durante la posa in opera, garantiscono una drastica riduzione nei tempi di montaggio e aumentano la globale stabilità del lavoro finito. La sottostruttura è in alluminio e le speciali Clips EasyClick sono già installate dall’azienda alla giusta distanza per accogliere il materiale scelto. iDecking offre per il sistema EasyClick sia legno naturale (Teak, Ipe, Amargoso) che materiali innovativi com DURO e ETHERNO (Bamboo Carbonizzato). Con il sistema EasyClick, 2 installatori possono montare oltre 100 metri quadrati al giorno!!! 

QUALI SONO I PRINCIPALI VANTAGGI DI EASYCLICK?

  • Installazione 5 volte più veloce rispetto ai tradizionali sistemi
  • Zero viti, colla o clips tradizionali
  • Zero rischi di errore nel montaggio
  • Zero stress fisico
  • Zero ristagni d’acqua
  • Incremento esponenziale della resistenza totale
  • Sistema auto-allineante

Sistema iDecking EasyChange

EasyChangeeasychange decking è un altro sistema iDecking che permette, unico al mondo, di rimuovere e reinserire ogni doga in qualsiasi punto della pavimentazione, senza bisogno di ricorrere a personale specializzato:

basta la chiave speciale in dotazione all’utente finale. Il Sistema EasyChange, al pari di EasyClick, rende totalmente inutile l’utilizzo di trapani avvisatori, distanziatori, viti, colle o clips tradizionali per il montaggio. I supporti speciali del brevetto EasyChange annullano ogni rischio di errore durante la posa in opera, garantiscono una notevole riduzione nei tempi e aumentano la globale stabilità del lavoro finito.

QUALI SONO I PRINCIPALI VANTAGGI DI EASYCHANGE?

  • Facilissima rimozione e reinserimento della singola doga in qualsiasi punto del pavimento
  • Riduzione dei tempi di posa fino al 50%
  • Incremento della resistenza
  • Zero viti, colla o clips tradizionali
  • Zero rischi di errore nel montaggio

 Vuoi saperne di più? Inviaci ora un messaggio: